domenica 1 novembre 2015

PIAZZA LEONARDO DA VINCI, VIA AI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE

“Uno spazio pubblico di qualità, più verde, più luminoso e più fruibile per residenti e studenti, luogo di diffusione artistica e culturale in cui sperimentare nuove forme di cooperazione tra città ed università” così il Comune di Milano annuncia il via ai lavori di riqualificazione di piazza Leonardo da Vinci che si prevede termineranno entro la primavera 2016.

Noi di Lambrate On Air ne avevamo già parlato a gennaio 2015 (Come cambierà piazza Leonardo da Vinci), ma ora il progetto è definitivamente approvato e il costo dell’intervento è lievitato a 2 milioni e 100 mila euro. In particolare la riqualificazione prevede:

  • la pedonalizzazione definitiva della piazza e il rafforzamento dell’attraversamento pedonale da via Ampére;
  • l’ampliamento delle superfici a prato fino al limite dei marciapiedi attuali, non più necessari data l’eliminazione del traffico automobilistico;
  • il riordino del verde e l’inserimento di nuove piante;
  • il rifacimento della pavimentazione in cemento lavato con inserti in pietra; l’adeguamento del sistema di illuminazione per qualificare lo spazio anche nelle ore notturne, migliorandone l’efficacia e il risparmio energetico;
  • la conservazione del disegno storico della piazza con il ripristino dei cordoli in granito a raso, al fine di agevolare l’accessibilità generale dello spazio a pedoni e diversamente abili;
  • la riqualificazione dei marciapiedi e delle fermate del tram, la messa in sicurezza degli attraversamenti ciclopedonali, il rifacimento degli scivoli per l’accessibilità a carrozzine e sedie a rotelle, la predisposizione di nuovi parcheggi per cicli e motocicli e il riordino dei parcheggi per le auto.

“Grazie al supporto del Comune – ha dichiarato il Rettore del Politecnico di Milano Giovanni Azzone – stiamo cercando di trasformare la sede di Leonardo in un vero e proprio campus cittadino, integrato con impianti sportivi come il Giuriati e la piscina Ponzio. Un campus sostenibile da ogni punto di vista, secondo un progetto messo a punto insieme alla Statale e che, nel caso del loro trasferimento nelle aree Expo, vogliamo comunque mantenere attivo”.


Photo Gallery by QuickGallery.com


Ma non c’è solo piazza Leonardo da Vinci nei progetti di riqualificazione del Politecnico e infatti da qualche giorno girano in rete cinque bozze dell’architetto Renzo Piano (ex studente del Poli) che mostrano la sua visione del futuro campus di Architettura in via Bonardi.

“Il progetto – si legge su Repubblica.it – prevede l'abbattimento di uno degli edifici, quello che viene chiamato Sottomarino, per creare una piazza che colleghi il patio di Architettura con gli altri due edifici, il cosiddetto Trifoglio di Viganò e la Nave di Gio Ponti. Dove adesso parcheggiano le macchine e c'è l'asfalto, arriveranno gli alberi. Non solo. A un livello interrato rispetto a quello di via Bonardi, sorgeranno laboratori (luminosi perché con coni di luce al centro) pensati per ospitare la didattica nuova". Per ora questo progetto esiste solo nei disegni di Renzo Piano, ma si spera che i lavori possano partire già nell’anno 2016. Sognare non costa nulla…


Photo Gallery by QuickGallery.com

Nessun commento:

Posta un commento