lunedì 12 ottobre 2015

LA NUOVA VITA DEL CENTRO SPORTIVO CRESPI, NEL 2016 VIA AI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

Lo scorso marzo il Comune di Milano annunciava i vincitori del bando per l’assegnazione degli spazi del Centro Sportivo Crespi in via Valvassori Peroni 48. Il primo settembre il passaggio di gestione da Milanosport alle associazioni Zero-Gravity e Acquamarina Sport&Life è diventato ufficiale e finalmente si può guardare con ottimismo al futuro del più importante centro sportivo di Lambrate.













E proprio del futuro del Centro Sportivo Crespi abbiamo parlato con Chiara Bassanelli, coordinatrice dei corsi per Acquamarina Sport&Life, un’associazione sportiva di Segrate che ha messo sul piatto un investimento di circa 1 milione di euro. “I lavori di ristrutturazione del centro partiranno fra maggio e giugno del 2016 – ci ha raccontato Chiara – ma alcune opere importanti sono già state realizzate: parlo di interventi di messa in sicurezza dell’impianto e di migliorie agli spogliatoi”.

La maggior parte degli interventi pianificati però deve ancora essere realizzata e come anticipato bisognerà aspettare fino al prossimo anno. Tappa fondamentale di questo processo di ristrutturazione sarà sicuramente la bonifica dell’amianto ancora presente sulle strutture. Questo intervento farà da apripista per le altre opere in programma come la realizzazione di 2 campi da tennis coperti, la copertura del campo da calcetto e la sostituzione  di tutti i teloni esistenti. La vecchia casa del custode, poi, verrà trasformata in una palestra dedicata a fitness e danza. Concludiamo l’elenco degli interventi con un tocco Green poiché alla fine dei lavori il Centro Sportivo Crespi potrà vantare anche un impianto fotovoltaico e un sistema di recupero delle acque piovane.

Insomma, la speranza è che Lambrate possa avere presto un centro sportivo degno di questo nome per fare attività sportiva in sicurezza in un luogo piacevole. “L’obiettivo principale del progetto – si legge sul sito di Acquamarina Sport&Life è che il Centro Sportivo Crespi diventi un punto di aggregazione per gli utenti che vogliano fare attività sportiva con particolare attenzione alla multidisciplinarietà delle proposte ed al coinvolgimento di tutte le fasce di età”.

Acquamarina Sport&Life, però, ha ottenuto in gestione solo una parte del Centro Sportivo Crespi, mentre il “primo lotto” del bando è andato alla già nota associazione Zero-Gravity che organizza corsi di Acrobatica Freestyle, Ginnastica Acrobatica e Trampolino Elastico, Parkour e Free Running, Calisthenics, Tessuti e Attrezzi Aerei e Pole Dance, in una palestra attrezzata unica nel suo genere in Italia. Zero-Gravity così come Acquamarina Sport&Life si è impegnata nei prossimi mesi a realizzare una serie di interventi per la creazione di un’area verde multisport dedicata a freestyle, sci, snowboard, bmx e pattini. L’investimento previsto in questo caso è di circa 662 mila euro. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.zero-gravity.it o scrivete a info@zero-gravity.it.

Il bando relativo al Centro Sportivo Crespi, infine, includeva anche un “terzo lotto” corrispondente al campo di rugby attualmente in gestione alla Amatori&Unionsocietà nata dalla fusione tra Amatori Milano Junior e Union Rugby '96. Anche riguardo a questa struttura si parla di futuri interventi di riqualificazione, ma pare ci sia bisogno di più tempo per trovare i fondi necessari. Contattati per avere una testimonianza diretta, i responsabili della Amatori&Union ci hanno fatto sapere che: La società ha un progetto riguardo al campo che sta evolvendosi, con le lente tempistiche del caso”. Ci è stato quindi promesso che verremo puntualmente aggiornati in caso di novità.

Aggiornamento al 29 ottobre 2015 – Il Comune di Milano tramite un post su Facebook comunica che:

Dopo le Aquamarina Sport&Life e Zero-Gravity, al Centro Sportivo Crespi arriva la Società Sportiva Dilettantistica Amatori & Union Rugby Milano, che avrà in concessione d'uso il terzo lotto dell'impianto in zona 3. Usando tecnologie sostenibili per l’ambiente, provvederà al rifacimento del campo con un nuovo tappeto in erba sintetica di ultima generazione, si occuperà del miglioramento di spogliatoi, tribune e illuminazione e realizzerà un nuovo spazio di ritrovo, la Rugby Club House.

Nessun commento:

Posta un commento