mercoledì 17 dicembre 2014

A SCUOLA CON IL PEDIBUS: MA QUALI SONO I PERCORSI A LAMBRATE?

Come porti tuo figlio a scuola? Fai una scelta ecologica e divertente: prendi il Pedibus, lo scuolabus a piedi. Si tratta di un’azione partecipata che promuove la mobilità pedonale nel tragitto casa-scuola. In pratica, i bambini iscritti al Pedibus sono accompagnati da genitori o nonni volontari e si recano da casa a scuola seguendo itinerari definiti e certificati dai vigili, ovvero le “linee Pedibus”.


Oggi sono 78 le linee Pedibus attive a Milano e partecipano 31 scuole primarie con quasi 700 bambini iscritti. Per il 2015, poi, sono già pronte 15 nuove linee e la prossima la puoi organizzare tu. Come fare? Guarda questo bel video realizzato da ABCittà, la cooperativa sociale che cura il progetto.


mercoledì 10 dicembre 2014

TIM #WCAP, UN ACCELERATORE DI START UP A LAMBRATE

TIM #WCAP è il programma con cui Telecom Italia supporta la crescita del mercato italiano favorendo la nascita e lo sviluppo di start up in ambito digitale. Il progetto TIM #WCAP è partito nel 2009 e da allora sono state aperte quattro sedi fisiche nelle città di Milano, Roma, Bologna e Catania. In particolare, la sede di Milano ha visto la luce nel maggio 2013 proprio a Lambrate in via Rombon 52. Curiosi di capire cosa accade in questo luogo abbiamo incontrato i responsabili, i mentor e gli startupper dell’acceleratore TIM #WCAP di Milano.

“L’acceleratore TIM #WCAP contribuisce concretamente alla crescita di una start up – ci ha detto Lisa Di Sevo, associate dPixel a capo del programma di accelerazione – Per farti capire qui si entra con un’idea e si esce con un progetto d’impresa. Solo quest’anno TIM #WCAP ha sostenuto più di 40 start up dando 25 mila euro a team di ragazzi con 3 mesi di tempo per testare il loro business”.

Ma come si fa ad entrare in TIM #WCAP? “Ogni anno Telecom Italia lancia una  Call for ideas – ci ha spiegato Anna Testa, head of TIM #WCAP Milan – si tratta in sostanza di una campagna di scouting sul territorio dove si raccolgono idee e si incontrano gli startupper. I team selezionati ottengono un Grant d’impresa da 25 mila euro ed entrano nel programma di accelerazione curato da dPixel, i top player nel settore”.

“Oltre a ciò – aggiunge Federico SolinasCommunication and Event Manager – i ragazzi possono usufruire di un ufficio di coworking gratuito offerto da Telecom Italia ed entrano a far parte di un network importante per fare impresa. I nostri eventi, ad esempio, vantano partner prestigiosi come Adecco, Facebook, Twitter, Linkedin, Groupon, Air Bnb, Blablacar e molti altri”.

Insomma TIM #WCAP rappresenta una rampa di lancio per le start up italiane, ma può anche essere un’importante risorsa per il quartiere. “Qui si fanno moltissime attività in ambito digitale – sottolinea Anna Testa – e si organizzano dei corsi di formazione aperti a tutti. Il sabato mattina, poi, c’è CoderDojo, un’attività dedicata ai bambini che apprendono i meccanismi della programmazione attraverso il gioco”.

Il valore di TIM #WCAP, però, è rappresentato dai team di ragazzi con le loro idee. Fra i tanti progetti abbiamo conosciuto più da vicino Horus e il suo giovanissimo team composto da Saverio Murgia, Luca Nardelli e Benedetta Magri. “Horus – ci hanno raccontato – è un dispositivo pensato per le persone non vedenti e ipovedenti. In concreto, si tratta di una piccola scatoletta applicata alla montatura degli occhiali che fa un’analisi della realtà circostante e dà informazioni all’utente tramite parola attraverso la conduzione ossea. In pratica, Horus trasforma le immagini in parole, rende ascoltabile l'invisibile”.