mercoledì 16 aprile 2014

IL NUOVO SVINCOLO DI LAMBRATE È HI TECH: FINE DI UN INCUBO(?)

Reggetevi forte e, appena ripresi dallo shock, mettete in fresco il vino buono…ha riaperto lo svincolo di Lambrate e l’ha fatto in grande stile con tanto di taglio del nastro da parte delle autorità e fotografi della stampa. Tutti giustamente volevano immortalare il gran momento: dopo più di 20 anni dall’inizio dei lavori riapre alla viabilità quel pezzettino di strada che collega il quartiere alla tangenziale est.

Inaugurazione in pompa magna, quindi, per un vanto nazionale: il nuovo svincolo di Lambrate, infatti, è hi tech e presenta per la prima volta in Italia una speciale tecnologia anti inquinamento. Lo assicura Italcementi, detentrice del brevetto, che ha inventato un materiale fotocatalitico il quale interagendo con la luce assume proprietà autopulenti e anti smog.

Secondo la stessa Italcementi, il quantitativo di mille metri quadri di questo materiale equivalgono a all'eliminazione dell'inquinamento di 30 auto a benzina oppure alla piantumazione di 80 alberi sempre verdi. Secondo noi una colata di calcestruzzo è piuttosto diversa dalla vista di 80 alberi, ma comunque non ci lamentiamo, grazie cara Italcementi!

Dopo questo excursus tecnico veniamo alla descrizione del nuovo svincolo di Lambrate: finalmente ha riaperto l’accesso alla tangenziale da via Rombon sia in direzione Venezia (A4), sia in direzione Bologna o Genova (A7). La guidabilità del tratto è gradevole e la cartellonistica verticale chiara e ben visibile. Ultima richiesta: per favore togliete il manifesto di Moira Orfei che sta lì dal paleozoico. Grazie.

È la fine di un incubo (?), falda acquifera permettendo, che in più riprese ci ha fatto perdere le speranze. Non bisogna dimenticare però che il percorso è stato irto di ostacoli…ecco la nostra cronologia.

I lavori comunque sia non sono ancora del tutto finiti e mancano le ultime “rifiniture” sul tratto di via Rombon. L’archiviazione definitiva della pratica avverrà a luglio (almeno così è previsto) momento in cui però si aprirà un altro fronte critico che riguarda il collegamento fra svincolo di Lambrate e BreBeMi e ovvero la strada SP Cassanese.

Si prevede quindi un’estate calda in quel di Milano est con la BreBeMi finalmente aperta che porterà un fiume di auto verso Pioltello e Segrate che però ancora non sono in grado di smaltire il traffico. L’unico fiume che scorrerà velocemente, quindi, come sempre sarà quello degli euro spesi…

Nessun commento:

Posta un commento