domenica 23 febbraio 2014

IL LATO OSCURO DI LAMBRATE, UN ALTRO OMICIDIO IN VIA CADUTI DI MARCINELLE

Lambrate ha anche un lato oscuro, fatto di traffici di droga, pregiudicati malavitosi e morti ammazzati. Cronaca nera che accomuna la storia di un po’ tutte le periferie delle grandi città, Milano compresa. La cronaca lambratese, oggi parla di un’altra vittima della malavita locale con un affare di droga finito male. Nella notte di sabato 22 febbraio è stato infatti ritrovato morto un uomo, Pietro Mannisi, pregiudicato di 63 anni, freddato da diversi colpi di pistola nella sua 500 bianca.

Il luogo del delitto? Via Caduti di Marcinelle, una strada desolata che parte da via Pitteri, scorre lungo il Mediaworld e la nuova zona residenziale per poi oltrepassare la tangenziale est e terminare a fianco degli scheletri delle vecchie fabbriche. Un luogo perfetto per abbandonare un cadavere e dove, solo un anno fa, era stato ritrovato un altro uomo ammazzato, Ivano Casetto, sempre preguidicato, 48 anni.

La dinamica dell’omicidio sempre la stessa: alcuni colpi di pistola, non ravvisati dagli abitanti, e un corpo abbandonato di notte nella solitudine di via Caduti di Marcinelle. Il movente del delitto? Sempre la droga dietro e poi debiti e frequentazioni pericolose. Pietro Mannisi viveva a Sesto San Giovanni ed era conosciuto dalle autorità della zona, lascia una moglie e due figli.

Nessun commento:

Posta un commento