mercoledì 15 gennaio 2014

SVINCOLO LAMBRATE E BREBEMI, (POCHE) NOTIZIE DAL FRONTE ORIENTALE

Avevamo iniziato il 2013 augurando un buon anno allo svincolo di Lambrate, affinché potesse essere veramente l’anno buono per il completamento dei lavori… --> LINK

Come ampiamente previsto i lavori non sono ancora terminati, ma forse fa più notizia che tutto sommato qualcosa si è mosso e il cantiere ha lentamente ripreso vita. Per la gioia dei lambratesi è stata anche inaugurata una passerella pedonale con tanto di luci natalizie per collegare Lambrate, tramite via Rombon, a Segrate. Le uscite ed entrate della tangenziale est già fruibili dagli automobilisti, però, sono ancora poche. Vediamo allora uno schema illustrativo.

Clicca per ingrandire l'immagine


Questo è quello che dovrebbe essere il progetto definitivo dello svincolo Lambrate della tangenziale est (è possibile vedere l'immagine ingrandita a questo LINK). Come è possibile vedere si tratta di uno schema complesso con 8 rampe collocate su diversi livelli. Ma in sostanza, quante sono le entrate ed uscite “Lambrate” ad oggi aperte? Noi ne abbiamo contate 3 ovvero: la rampa C da Agrate a Milano (via Rombon), la rampa E provenendo da Segrate in direzione Agrate/A4 e la rampa H per chi esce dalla tangenziale sempre in direzione Segrate.

Ma veniamo a parlare di un’altra “grande opera” della Milano Est: la Brebemi. Di cosa si tratta? È un investimento realmente utile? La Brebemi è un’autostrada che collegherà Brescia, Bergamo e Milano (come da acronimo BreBeMi). Lo scopo principale dell’opera è quello di ridurre i tempi di percorrenza fra le varie località grazie a un percorso che alleggerisca la viabilità sulla A4 (Milano-Venezia).

Clicca per ingrandire l'immagine
La realizzazione dell’autostrada riguarderà anche i collegamenti col nostro quartiere e ovviamente col cruciale svincolo di Lambrate. La Brebemi, tuttavia, non raggiungerà direttamente la tangenziale est, ma si fermerà all’altezza di Melzo dove incrocerà una nuova strada tangenziale, la TEM. Grazie a questo percorso si potrà dunque raggiungere, a scelta, le strade SP 103 "Cassanese" (proseguendo in direzione nord) oppure la SP 14 "Rivoltana" (in direzione sud).

Ma si tratta di un’opera utile alla comunità? Come per lo svincolo di Lambrate, non c’è che dire, il progetto è ambizioso, ma misurare l’indice di gradimento facendo una media fra disagi creati dai lavori e reali benefici è difficile ad ora. Questo sarà oggetto di un articolo futuro, quello che però accomuna la Brebemi con lo svincolo di Lambrate è il cronico ritardo dei lavori che come data di scadenza avevano l’appena concluso 2013.

Cosa aggiungere…bé l’opera è costata oltre 1 miliardo e 600 milioni di euro, ma non vi indignate, si tratta completamente di fondi privati e finanziamenti bancari. Insomma lo Stato non ci ha messo un centesimo (almeno così si legge sul sito brebemi.it). C’è da crederci? Perché no, tanto i soliti furbetti ci guadagnano sempre e chi se ne frega se i costi di questa strada li pagheranno i cittadini fra 10 o 15 anni. Loro saranno già fuggiti col malloppo.

Liberi tutti, comunque, di giudicare l’opera come più ci piace anche se la puzza di speculazione la sentiremo per molto tempo. Il nostro ultimo pensiero, però, non può non andare ai lavoratori pendolari che ogni giorno si fanno un viaggio d’inferno fra ritardi e resse nella speranza di non tardare in ufficio. Chi glielo spiega il concetto di “priorità” dopo i numerosi tagli sulla tratta Milano-Venezia proprio negli orari di punta?

LINK UTILI:
- Inchiesta sullo svincolo di Lambrate LINK 1 - LINK 2
http://www.urbanfile.org/project/europe/italy/milano/riqualificazione-svincolo-lambrate-tangenziale-est
http://www.brebemi.it/

Nessun commento:

Posta un commento