lunedì 27 gennaio 2014

CHE COS'È IL COWORKING? LO ABBIAMO CHIESTO AI RESPONSABILI DI WORK ON

Il coworking si sta diffondendo a macchia d’olio e gli “uffici in condivisione” hanno trovato terreno fertile a Lambrate dove numerosi sono gli spazi aperti ai lavoratori e alle piccole imprese. Ma che cos’è più precisamente il coworking? Il coworking è uno spazio di condivisione, un luogo dove lavoratori autonomi e free lance si ritrovano per dare vita ai propri progetti e anche per risparmiare sui costi di affitto dei locali.

Il coworking, però, è molto di più: è uno stile di vita, una cultura e un modo di pensare il lavoro. Bè, visto che nello specifico non lo sappiamo spiegare nemmeno noi cosa sia il coworking, abbiamo deciso di chiederlo ai responsabili di Work On, uno spazio di coworking aperto in via Lambrate 11 (zona Casoretto).

In breve, cos'è per voi il coworking? E cos'è Work On?

Per noi il coworking e Work On si possono spiegare in tre parole: condivisione, flessibilità e risparmio.

Com'è partito il progetto di Work On?

Work On nasce dall'idea di alcuni amici e colleghi in cerca di uno spazio dove poter svolgere la propria attività. Da qui si sono appassionati al progetto del coworking e all'idea di trovare uno spazio da poter condividere anche con altri giovani professionisti come loro. Dopo qualche mese dedicato ai lavori di ristrutturazione dello spazio in locazione Work On apre nel settembre 2012.

Chi lavora a Work On?

Molti lavoratori autonomi (il coworking risponde perfettamente ai bisogni dei free lance), ma anche dipendenti di piccole e medie imprese.  Attualmente ospitiamo circa una dozzina di coworkers fissi con professionalità che spaziano fra la creatività, la grafica, il design per il web, l'architettura, ma anche la consulenza legale, economica o di servizi, e startup. Oltre a questi lavoratori che occupano una postazione fissa, ci sono anche altri clienti che utilizzano le sale meeting saltuariamente in base alle loro necessità.

È vero che col coworking si ha diritto a un incentivo comunale di 1500 euro?

Assolutamente sì! L'incentivo economico di 1500 euro è un'opportunità molto importante che il Comune di Milano unitamente alla Camera di Commercio ha dato; molti dei nostri coworkers hanno inoltrato la richiesta e stanno già usufruendo dell'incentivo.

Si parla molto di spazio lavorativo: quanto è importante lavorare in uno spazio "fatto su misura" e anche bello esteticamente? (qui alcune foto dell'ufficio)

Le caratteristiche dello spazio di lavoro sono molto importanti per il coworking. Già in fase di progetto abbiamo cercato di vedere Work On come uno spazio che potesse accogliere al meglio i coworkers. Uno dei nostri punti di forza per quanto riguarda l'estetica dello spazio è la luminosità, che rende l'ambiente piacevole e stimolante, condizioni che incidono molto e in maniera positiva nel vivere un posto di lavoro.

Il nucleo del concetto di coworking è la condivisione: oltre allo spazio fisico che cosa si condivide con gli altri coworker? Che tipo di rapporti/contatti ci sono fra loro?

Al di là dello spazio fisico i nostri coworkers condividono anche obiettivi, spesso sono nate collaborazioni, partnership o anche rapporti personali. Ad esempio si organizzano aperitivi o cene di Natale e in pausa pranzo si può partecipare al torneo di playstation!

Siete soddisfatti degli obiettivi raggiunti finora e quali progetti avete per il futuro?

Sicuramente in un anno e mezzo di attività gli obiettivi raggiunti sono stati soddisfacenti, in particolare quello di essere stati riconosciuti come spazio di coworking accreditato dal Comune di Milano e aver trovato rapporti con una rete di coworking in città molto efficace. L'idea per il futuro è quella di ampliare il concetto di coworking, che non sia solo inteso come "luogo di lavoro", ma anche come spazio dove condividere progetti e idee; oltre ai corsi di formazione più canonici vorremmo dare spazio anche ad eventi che mirino a trasmettere lo spirito e i valori di Work On.

Ma veniamo al concreto: quali servizi offrite ai coworkers?

Work On offre in primo luogo un pacchetto di servizi che comprende l'utilizzo di una o più postazioni di lavoro, di due sale riunioni, degli spazi comuni e delle dotazioni condivise a disposizione (rete WiFi, stampante condivisa). Inoltre offriamo una serie di servizi aggiuntivi pensati per corrispondere ad alcune esigenze dei nostri coworkers, come ad esempio la mailbox per ricevere la posta, uno spazio di storage, un servizio di backup e altro ancora.


La terza parola usata per parlare di coworking e di Work On è “risparmio”: ma quanto si risparmia col coworking? Le tariffe di affitto di una postazione a Work On vanno dalla Flex a 5 €/ora (+ Iva) alla Premium 260 €/mese (+ Iva). Confrontate voi la convenienza rispetto a un ufficio tradizionale (qui un esempio).

Non solo Work On. La rete di coworking a Lambrate è davvero ampia: ci sono spazi di coworking anche in via Bistolfi 49, via Ventura 3, via Amadeo 57, via Negroli 1 e in via Ponte di Legno 3. Insomma se cercate uno spazio dove realizzare i vostri progetti non resta che scegliere!

In conclusione, teniamo a sottolineare che l’articolo non ha finalità commerciali, ma la descrizione di Work On ha uno scopo esemplificativo per illustrare il concetto di coworking. Ringraziamo lo staff di Work On per la disponibilità e in particolare Luigi Napolitano e l’arch. Elisa Panzetti che ci ha concesso questa intervista.

LINK UTILI:

Nessun commento:

Posta un commento