domenica 17 febbraio 2013

PIAZZA LEONARDO DA VINCI, PALLOTTOLA VAGANTE FERISCE UN RAGAZZO

È stato medicato alla clinica Città Studi di via Jommelli il ragazzo che questo sabato, verso le ore 21, si è recato al pronto soccorso con un foro di proiettile nel polpaccio. Purtroppo non si trattava di uno scherzo di carnevale di pessimo gusto e il giovane ventenne è stato accolto in codice verde (il secondo - poco critico - su una scala di 4). Evidentemente niente di gravissimo, ma dalle testimonianze raccolte pare che il giovane stesse perdendo molto sangue. Ora, ch’è successo? Siamo a Lambrate, non nei vicoli fumosi del Bronx (con tutto il rispetto per il quartiere newyorkese).

Morello B. (così è stato identificato il ragazzo dalle agenzie stampa) racconta di esser stato colpito alla gamba mentre era tranquillamente seduto su una panchina in piazza Leonardo da Vinci. Lo sparo, secondo la ricostruzione della vittima, sarebbe partito dall’arma di un uomo sconosciuto alle sue spalle, protagonista di una lite con un altro individuo. Di questi soggetti (identificati come extracomunitari) non si hanno però più tracce.
Vicenda quantomeno insolita, tant'è che gli investigatori sembra coltivino qualche sospetto riguardo alla veridicità del resoconto. Pare infatti che nessun’altra persona nei dintorni né i residenti della zona abbiano sentito il colpo e conseguentemente denunciato il fatto alla polizia. E poi come mai il ragazzo si sarebbe mosso verso il pronto soccorso da solo e inoltre a piedi (ferito alla gamba), senza chiamare l’ambulanza o chiedere aiuto a qualcuno? Aveva il cellulare scarico forse? In strada non c’era proprio nessuno? (Difficile però considerando che non era tarda notte). Certamente non ha nemmeno avvisato la polizia che nel caso avrebbe (ci si augura) sicuramente e celermente inviato soccorsi.

Voi credete al ragazzo o dubitate della sua versione? Cosa avreste fatto al suo posto? Magari qualcuno lo conosce (mica ci saranno tanti "Morello" nel quartiere). Siamo curiosi di sentire i vostri pareri!

La faccenda sicuramente puzza, ma è difficile emettere sentenze senza ulteriori elementi e indizi. Promettiamo di tenervi aggiornati su eventuali sviluppi della storia.

Nessun commento:

Posta un commento