venerdì 25 gennaio 2013

INIZIATIVE A LAMBRATE PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

Domenica 27 gennaio è il Giorno della Memoria. Vediamo che dice a riguardo la legge 211 del 20 luglio 2000:
 
«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»

Comune di Milano e Consiglio di Zona 3 - in collaborazione con le associazioni Musica oltre il sipario, ANPI Zona 3 e Alkaest - organizzano tre iniziative che si terranno nel nostro quartiere presso l'Auditorium di via Valvassori Peroni 56. Riportiamo qui di seguito il programma.

- VENERDI' 25 GENNAIO, ore 21.00

“CHE NON ABBIANO FINE MAI” - A cura dell’associazione Musica oltre il sipario.

Uno spettacolo musicale che racconta il dramma del popolo ebraico e della Shoah, passando attraverso la vita di una giovane poetessa e partigiana ebrea.
Con musica e canti della tradizione ebraica grazie ai musicisti Eyal Lerner (flauti), Luigi Maione (chitarra) e Federico Bagnasco (contrabbasso).

- SABATO 26 GENNAIO, ore 21.00

“QUANDO I TRENI ARRIVAVANO IN ORARIO” - A cura di ANPI Zona 3.

Lettura scenica di Elena Cerasetti, Raffaella D’Angelo e Alessandro Pavia e contributi video di Maurizio Pratesi di AmiciInvideo, di Eugenio Di Fraia e Gianni Lacerenza - è un dialogo a distanza tratto dalla biografia di Liliana Segre e Adamo Sordini: una bambina ebrea deportata ad Auschwitz e un operaio deII’Innocenti deportato a Mauthausen, ambedue miracolosamente sopravvissuti all’inferno dei lager.

- DOMENICA 27 GENNAIO, ore 21.00

“IL RITORNO DI KLARA” - A cura dell’associazione teatro ALKAEST.

Spettacolo teatrale su una ragazza che ritorna dopo essere sopravvissuta ad un campo di concentramento. Con Adriana Libretti, Lorena Nocera e Giovanni Battista Storti. Tratto dal romanzo di Soazig Aaron “La donna che disse no. Un ritorno da Auschwitz”.

Nessun commento:

Posta un commento