mercoledì 9 gennaio 2013

BUON 2013...ALLO SVINCOLO DI LAMBRATE DELLA TANGENZIALE EST

Dovrebbe essere l'anno buono questo, salvo sorprese last minute, tipo boh...il ritrovamento di fossili legati ad un'antica civiltà sconosciuta...o la scoperta di un giacimento diamantifero, qui a Lambrate. Vi immaginate? Beh tutto può succedere...
In ogni caso il 2013 è considerato l'anno di definitiva realizzazione dell'avveniristico progetto dello "Svincolo Lambrate" targato Pro Iter S.r.l. (in verità si parla di un vago "inizio 2014", poiché è sempre meglio non essere troppo precisi quando si parla di date di scadenza).
Qui il nostro primo articolo inchiesta sullo svincolo --> LINK
Qualche passo incoraggiante comunque è stato fatto, vediamo a che punto siamo: recenti interventi hanno consentito la riapertura dell'ingresso in Tangenziale Est da via Rombon in direzione Bologna (A1) e hanno dato vita a una nuova uscita - Lambrate - dalla Tangenziale Est provenienza Venezia (A4) e direzione via Rombon (svincolo stradale fra l'altro dalla guidabilità piuttosto sportiva per chi è appassionato). La stessa uscita - Lambrate - venendo da Bologna (A1) è invece sì aperta, ma ancora piuttosto scomoda, considerando che bisogna raggiungere la prima rotonda sulla SP Cassanese a Segrate per poi invertire la marcia e tornare in città.
In sostanza delle 8 rampe che dovrebbero collegare la Tangenziale Est con Milano, da una parte, e con l'hinterland dall'altra, ad oggi ne sono usufruibili solo 4, la metà, e con ogni probabilità non presentano ancora una forma definitiva.
Inoltre nel progetto originario (che è misteriosamente scomparso dal sito serravalle.it per far posto a un altro progetto rivisitato in stile "Monti" diciamo, cioè con parecchi tagli) si manifestava con orgoglio la volontà della realizzazione, ancora teorica per il momento, di "percorsi pedonali e ciclopedonali che collegheranno la città di Milano con il centro cittadino di Segrate" ed addirittura di "Barriere fonoassorbenti" e "Dune antirumore rinverdite", il tutto con il serio impegno di non intaccare l'armonia ambientale della zona. Anche l'armonia qui è tutta teorica...
La sostanza è che praticamente per vent'anni i lambratesi hanno dovuto sopportare i disagi di un cantiere selvaggio che, oltre al disservizio, crea anche degrado in un panorama che già di per sé non può essere esaltante.
La cosa che ritengo più grave in ogni caso, più che i problemi "tecnici", è la questione della trasparenza riguardo all'informazione che i cittadini avrebbero (anzi HANNO) il diritto di ricevere e che invece ha latitato parecchio durante quest'annosa vicenda.
Noi lambratesi comunque siamo un popolo paziente e non perdiamo mai la speranza. Buon 2013.


- Qui sotto un link che rimanda a una scheda dettagliata sulla "Riqualifica dello svincolo Lambrate/Segrate" - fonte: TRAIL - Portale nazionale delle infrastrutture di trasporto e logistica del sistema camerale": http://www.trail.unioncamere.it/scheda_intervento_dettaglio.asp?id=1157
(da notare l'indicazione "Data fine lavori: N. D.")
- Qui invece una mappa schematica del progetto: http://www.urbanfile.org/it/2008/06/riqualificazione-svincolo-lambrate-tangenziale-est/

di Bruno Grande

Nessun commento:

Posta un commento