martedì 25 dicembre 2012

BUON NATALE...ALLA COLONNINA ELETTRICA DI VIA PACINI

Mi viene il magone…pure sotto Natale!
A Lambrate son presenti ben 2 stazioni di ricarica per automobili elettriche perfettamente funzionanti.
Mancano solo...le automobili elettriche.

La colonnina elettrica di via Pacini
Per chi non le avesse mai notate una si trova in piazza Leonardo da Vinci (angolo via Ampere), l’altra in via Pacini (all’altezza del civico 74, appena prima di piazza Bottini). Sono state installate più di un anno fa dall’azienda energetica A2A, con area parcheggio riservata agli utenti, quasi sempre malinconicamente vuota oppure occupata abusivamente. Ma non è questo il dramma.
Il dramma semmai è l’arretratezza industriale e (soprattutto) culturale che domina l’universo economico italiano quantomeno in questo settore.
«Non capisco l’euforia per l’elettrico. È inutile che cerchiamo di illuderci che salverà l’industria dell’auto». Questo, che suona molto come un cinico commento da Bar Sport, ci sorprenderà (ma neanche tanto) scoprire che si tratta di una dichiarazione dell’amministratore delegato della FIAT Sergio Marchionne, fra l’altro aizzato da una polemica con il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, che nel corso del suo mandato aveva tentato un approccio con i vertici FIAT allo scopo di stimolare uno sviluppo ecologico del mercato dell’auto in Italia.
La risposta? picche! «Queste tecnologie hanno un costo altissimo». E allora perché non vi sforzate di ridurre i costi? Magari con un investimento in Italia...
Anche perché intanto nel 2013 negli Stati Uniti, prodotta esclusivamente negli stabilimenti Chrysler, uscirà un modello elettrico dell’italianissima 500. L’auto è già stata presentata al salone di Los Angeles. Ma non pensate a un'inversione di tendenza delle politiche FIAT; sembra infatti che la versione eco-sostenibile sia stata praticamente imposta dalle rigidissime norme sulle emissioni inquinanti vigenti nello stato della California.
Da qualche parte per cambiare la mentalità bisognerà pur iniziare…(L'ex governatore californiano Schwarzenegger girava con un Hummer A IDROGENO!)

Ma guardiamo in casa nostra: il ministro Clini a novembre ha visitato Belumbury, fabbrica automobilistica italiana al 100% (a parte il nome) che presenta Dany, il primo modello autoctono di auto elettrica.
Il prezzo? È ancora un mistero anche se le prime indiscrezioni parlano di una cifra non inferiore a 20.000 euro. «Gli incentivi normativi però ci sono e sono molto efficaci – afferma il ministro Clini – e se si decide che nel centro delle città si entra solo con auto elettriche e ibride si arriva a una svolta»

Una svolta. Con buona pace di Marchionne una svolta è quello che ci vorrebbe in questo momento storico ed economico. Con buona pace del ministro Clini l’impressione è che i cittadini milanesi abbiano bisogno di ancora un po' di tempo per metabolizzare l’indigesta AREA C.
 
 
di Bruno Grande
 

Nessun commento:

Posta un commento