sabato 28 luglio 2012

IL COMUNE CHIUDE IL PARCO ALLE AUTO MA PERDE LA STRADA


Solo poche settimana fa, uno dei maggiori quotidiani nazionali riportava la decisione del comune di chiudere definitivamente ai mezzi a motore l’accesso al parco Lambro dall’ingresso di via Feltre. Già da alcuni anni si era deciso di vietare l’entrata nella stagione estiva e durante alcune ore della giornata, mentre d’ora in avanti il divieto sarà totale e annuale. Per fare ciò verranno utilizzati i pilomat, cilindri di cemento azionabili tramite telecomando  già visti per alcune vie del centro,  i quali sono già stati installati ma non sono ancora entrati in funzione, anche se a nostro parere il problema è un altro.
Difatti il comune ha motivato la decisione di chiudere completamente al traffico una delle maggiori aree verdi della città (773mila metri quadrati), non tanto per una questione ambientale e di inquinamento, quanto per tentare di porre fine alle feste notturne non autorizzate e di conseguenza, a loro parere, far diminuire drasticamente anche la delinquenza. Se ovviamente risulta condivisibile l’idea di bloccare il traffico all’interno di un parco, appare invece poco comprensibile questo voler connettere le feste all’interno dell’area con i vari e purtroppo frequenti episodi di delinquenza che accadono nel parco stesso.
Infatti basterebbe recarsi un paio di volte al Lambro la sera, per comprendere come risse, scippi o sparatorie, siano da attribuire principalmente a tossici e spacciatori, e qualche volta pure a sudamericani e polizia locale (http://lambrateonair.blogspot.it/2012/02/parco-lambro-in-un-inseguimento-vigile.html). Attualmente non resta che attendere, per scoprire quali effetti miracolosi potranno mai avere dei pilomat sulla sicurezza dei cittadini.

C.Masciadri

Per saperne di più:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/07/11/news/parco_lambro_vietato_alle_auto_i_pilomat_sbarrano_gli_ingressi-38851557/