giovedì 24 maggio 2012

ATTENZIONE AL LAMBRO


Dopo le 24 ore di pioggia ininterrotta di due giorni fa il fiume Lambro supera i livelli di emergenza. I servizi civili e le squadre di intervento idrico hanno provveduto ad arginare il fiume nei punti critici con 700 sacchi di sabbia. Il monitoraggio dei livelli idrici del fiume Lambro e del Seveso è continuo, ma una soluzione strutturale per la sicurezza civile sarà possibile solo quando Regione e Provincia sbloccheranno i progetti.
Il fiume Lambro dà il nome alla nostra zona, Lambrate. Nasce
dai monti del gruppo del San Primo nell'area di Piano Rancio e, dopo aver ricevuto l’acqua di diversi affluenti, attraversa Milano, toccando le zone di Cascina Gobba, Cimiano, Lambrate, Rubattino, Ortica e Ponte Lambro. Il Lambro è il fiume più grande di Milano ed è quello che scorre più a lungo a cielo aperto.
Mi sembra paradossale che il fiume Lambro, che etimologicamente significa limpido e puro, sia spesso soggetto a inquinamento, sporcizia e ora è anche protagonista di allagamenti e inondazioni. Mi sembra anche triste che dopo anni di problemi di questo tipo si ricorra a rimedi arcaici come sacchi di sabbia.

R.Melocchi

Nessun commento:

Posta un commento