sabato 24 marzo 2012

RAPINA.MI

E’ di pochi giorni fa (21 marzo) l’arresto di un uomo di 32 anni, italiano, etichettato come rapinatore seriale di farmacie. E’ stato fermato dalla Polizia di Stato mentre guidava una Fiat Panda bianca, dopo aver compiuto la sua ultima rapina alla farmacia di via Iglesias, in zona viale Monza.
La notizia ci giunge dopo un’altra rapina, quella messa in atto alla Farmacia Argonne di via Lomellina, angolo via Masotto. Il 19 marzo, intorno alle 11.30, un malvivente col volto coperto da un casco, ha fatto irruzione nella farmacia. L’uomo ha minacciato con un taglierino un farmacista e un dipendente, intimando loro di consegnargli tutti i soldi disponibili. Le vittime sono state costrette a lasciargli 800 euro. Fuori dalla farmacia un complice del malvivente teneva caldo il motore dello scooter. I due sono riusciti a fuggire. Prive di sistemi di sicurezza e guardie giurate, ricche di incassi per la vendita di medicinali costosi, le farmacie entrano sempre di più nel mirino di rapinatori e malviventi. La Polizia di Stato dovrà stare ben allerta, ma a mio avviso non basta. Servono sistemi di sicurezza più efficaci, non solo per incastrare criminali, ma per garantire ai farmacisti una sicurezza e una serenità maggiore sul proprio posto di lavoro.
R.Melocchi

2 commenti:

  1. Giusto! Vogliamo una pistola (anestetica?) in ogni farmacia! :D

    RispondiElimina
  2. ahahah potrebbe essere una buona idea!
    Claudio

    RispondiElimina