venerdì 24 febbraio 2012

DUE ARRESTI A LAMBRATE

Risalgono a pochi giorni fa gli arresti di due ladri in attività da anni nella zona di Lambrate e piazza Loreto.

Tony A è un nigeriano di 28 anni, che, costretto dalla suocera italiana a vivere in uno scantinato di Pioltello, progettava e metteva a segno rapine a tabaccherie e farmacie dal 2010, minacciando i commessi con una pistola scacciacani. Dopo le rapine era solito fuggire in bicicletta, una mountain bike con un cestello applicato davanti. Il rapinatore, ricercato da anni, è stato riconosciuto da un poliziotto fuori servizio che ha avvisato tempestivamente i colleghi del commissariato di Città Studi, i quali hanno effettuato la cattura.

L’altro arresto vede coinvolto un uomo moldavo di 35 anni, irregolare e incensurato. Il criminale, la notte del 17 febbraio, ha forzato la saracinesca di un bar interno alla stazione metropolitana di Udine e ha razziato “Gratta e Vinci” e monetine per un totale di circa 330 euro. L’operatore ATM, assistendo alla scena, ha subito avvisato la polizia. Gli agenti hanno inseguito il ladro lungo i binari della metropolitana, ma all’uscita di Cimiano una volante ha bloccato fuggitivo e lo ha arrestato. Che sia lo stesso uomo entrato nel bar di via Vallazze la settimana prima? (http://lambrateonair.blogspot.com/2012/02/mistero-in-via-vallazze.html)
I civili collaboranti e l’intervento tempestivo della polizia hanno portato ad una maggior sicurezza nelle strade. Interventi puliti, ordinaria amministrazione. Fa piacere che ogni tanto le manovre “semplici” si concludano nel migliore dei modi, senza che le circostanze portino all’uso di armi o di violenza.

R.Melocchi

Nessun commento:

Posta un commento