sabato 28 gennaio 2012

FAUSTO E IAIO


E' il 1978 quando, in via Mancinelli, proprio dietro il famoso deposito ATM di via Casoretto, vennero uccisi con 8 colpi di pistola Fausto e Iaio. I due ragazzi, molto conosciuti nel quartiere e assidui frequentatori del centro sociale Leoncavallo, stavano svolgendo, proprio in quel periodo, un'indagine sul traffico di droga a Lambrate. Fin dal principio si sospetta un coinvolgimento dei gruppi legati all'estrema destra, ma le indagini non porteranno mai a scoprire chi furono né i mandanti né gli esecutori stessi del delitto. Il 22 Marzo 1978 sono migliaia le persone che piangono al funerale dei due ragazzi tenutosi, alla chiesa di Piazza San Materno.
Quasi 34 anni dopo quell'episodio di terrore e violenza, il Consiglio di Zona 3 ha deciso di intitolare il giardino di Piazzale Durante a Fausto e Iaio. La decisione è stata presa ieri attraverso una delibera presentata dal presidente della commissione cultura Alessandro Papale e votata all’unanimità, anche se preceduta da un ampio dibattito.


Visualizzazione ingrandita della mappa

venerdì 27 gennaio 2012

EAST END PUB

Locale culto delle serate lambratesi, l’East End rappresenta, ormai a più di 15 anni dall’apertura, uno dei migliori biglietti da visita per la movida del quartiere. L’edificio ha il fascino delle tipiche case di ringhiera milanesi, con una sgargiante facciata da poco rinnovata con un nuovo murales; l’interno invece mostra con orgoglio l’evidente impronta Irish. Si trova in via Canelli, una zona piuttosto isolata, ma che ben si presta ad accogliere fiumi di gente in cerca di svago, senza il problema dei residenti turbati dal chiacchiericcio in strada. E che dire delle birre? Bè all’East si punta sulla qualità, la predilezione è ovviamente per le irlandesi, Harp, Kilkenny e Guinness su tutte. Potete apprezzarle anche nei giorni delle offerte il lunedì e la domenica sera, magari godendosi una bella partita (rugby o calcio) sui diversi schermi presenti.

Occhio poi alla serata del venerdì, per la quale ogni settimana vengono organizzati concerti live di band emergenti e tributi ai classici del rock. Il sound è ben gestito nonostante le dimensioni ridotte delle sale (è pur sempre un pub) e l’atmosfera è sempre calda e accogliente.
Per dirla alla Celentano insomma…l’East End è ROCK!

giovedì 19 gennaio 2012

BUSTA ESPLOSIVA IN VIA ROMBON


L’11 gennaio alla farmacia di via Rombon 29 la dottoressa Annarosa Racca, presidente della Federfarma, ha ricevuto una busta contenente un ordigno rudimentale. Sulla busta non c’era il mittente. Le forze dell’ordine sono state subito allertate e la busta è stata aperta dai carabinieri. Ordigni simili sono stati mandati alle relative sedi Federfarma di Roma e Monza. Vista la situazione delicata, il 16 gennaio, la dottoressa Racca ha incontrato il ministro dell’interno, Annamaria Cancellieri, che assicura l'impegno del governo per garantire la sicurezza ad un presidio territoriale così importante per le esigenze di salute della popolazione.

La causa di questi atti terroristici sarebbe principalmente la posizione della Federfarma nei confronti delle “liberalizzazioni” circa le farmacie. Le farmacie, infatti, tendono ad assomigliare sempre di più a lobby che bloccano lo sviluppo del paese. La liberalizzazione verte più che altro sulle maggiori possibilità di apertura di punti vendita che, ormai, si passano per eredità, discendenza o vincendo rari concorsi con requisiti minimi impensabili ( http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Ddlpres&leg=16&id=00309187&part=doc_dc-articolato_ddl-art_a1&parse=no ).

Sta di fatto che la questione dell’apertura di nuove farmacie è piuttosto complicata. Se da un lato ci sono i gruppi di persone arrabbiate, pronte ad additare lobby e istituzioni, dall’altro lato c’è la Federfarma e la sua convinzione che la liberalizzazione non porti a nessun vantaggio per i cittadini. Non sembrano invece essere di questo parere gli attuali ministri del nostro paese, disposti ad avvalersi in molti campi dello spettro della liberalizzazione.

Ognuno può farsi l’idea che vuole, ma credo sia più responsabile e corretto cooperare e chiarirsi verbalmente per migliorare insieme, piuttosto che inviare minacce esplosive con l’unico risultato di screditarsi e di portare la questione più su un piano di guerriglia che su un progetto costruttivo.

Per saperne di più

http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2012/01/11/650823-rombon_busta_ordigno_rudimentale.shtml

http://blog.panorama.it/economia/2012/01/10/farmacie-la-potente-lobby-che-protegge-26-miliardi-di-euro/

R. Melocchi

martedì 10 gennaio 2012

ERRATA CORRIGE, "RIMANDATA" L’APERTURA DELLO SNOWPARK


Ci scusiamo per l'errata segnalazione, ma siamo stati informati dal personale del Centro Sportivo Crespi che l'impianto dello snowpark non sarà pronto per l'11 gennaio (data segnalata per l'inaugurazione dell'evento), ma solo entro fine mese.

Ovviamente ci impegniamo a tenervi aggiornati nelle prossime settimane sull'evolversi della situazione, sperando che siano diffuse al più presto le date effettive.

La redazione di LambrateOnAir



A LAMBRATE PUOI TROVARE DI TUTTO, ANCHE LO SNOWPARK!

Ebbene sì, avete capito bene, Lambrate avrà presto il suo Snowpark su neve sintetica. Grazie ad un accordo tra il comune di Milano e l’associazione sportiva Gravity-Park, dal 7 febbraio al 30 aprile tutti i cittadini, lambratesi e non, potranno usufruire di uno Snowpark su neve sintetica presso il centro sportivo Crespi di via Valvassori Peroni 48.

Il programma prevede l’installazione di una pista da sci e di un tracciato freestyle, dotato di salti con atterraggio su grandi materassoni gonfiabili. Verranno anche organizzati corsi per bambini e ragazzi, oltre che esibizioni di atleti professionisti nei week-end. Il costo per poter provare l’ebrezza di sciare in città sarà di 5 euro per due ore o di 10 euro per la giornata intera.

Dovremmo tutti ritenerci soddisfatti del fatto che il comune abbia scelto un impianto della nostra zona per questo evento invernale, e speriamo che tale iniziativa sia in grado di attrarre un grande numero di persone, aumentando contemporaneamente la vivibilità di tutto il quartiere di Lambrate.
Diamo quindi appuntamento a tutti al centro sportivo Crespi da oggi fino in primavera!

C. Masciadri